Consigli piccoli e semplici per la vostra vacanza

Nel precedente post vi avevo detto di godervi lo spettacolo e il paesaggio circostante, lungo il tragitto per raggiungere Cala Coticcio. Ma per farlo nel migliore dei modi, dovete essere il più comodi e liberi possibile, altrimenti diventa un calvario e non più una passeggiata.

A questo proposito, ho deciso di scrivere questo post per darvi dei semplici consigli per godervi al meglio questa esperienza.

Come ho detto precedentemente è un percorso abbastanza semplice ma se non siete del posto, non vi siete informati prima o comunque volete fare i turisti “fai da te” potreste commettere degli errori che potrebbero cambiare l’umore della vostra giornata.

Cominciamo con un bel paio di scarpe comode, delle sneakers andranno benissimo, se da trekking ancora meglio: bandite le infradito; viaggiate i più leggeri possibile: zaini leggeri e pranzo al sacco. Vi ricordo che è una cala non uno spiaggione classico quindi non avrete spazio (e forze!) per montare gazebo o altro.

Seguite il sentiero tracciato dai hpaletti e viaggiate a mani libere: lo so, lo scenario intorno a voi è spettacolare e con la vostra Reflex vorreste fotografare l’impossibile, ma almeno all’andata è meglio di no; magari al ritorno potreste prendervi qualche minuto in più per prendere la camera dallo zaino e fare tutte le foto che desiderate.

Last but not least, non fatevi prendere dall’ansia o dal nervoso, fate con calma, nessuno vi rincorre e credetemi l’arrivo alla piccola Tahiti vi ripagherà della sfaticata.

Non ho null’altro da aggiungere. So che i miei consigli possono sembrare assurdi, ma credetemi, anche la guida ci ha detto che spesso ha visto persone cariche di ombrelloni, borse frigo, sdraio e ai piedi le infradito, quindi a voi la scelta.

Buona vacanza!

Antonella

Classe 1986, sarda e Laziale, mi ritrovo in un periodo della mia vita in cui ho voglia di conoscere, di viaggiare e soprattutto di vivere. Qui voglio raccontarti le mie esperienze, i miei incontri e le piccole soddisfazioni che il viaggiare mi regala. Dopo anni trascorsi a viaggiare in coppia, inizio a viaggiare in solitaria (o quasi!) e a vivere sensazioni che voglio mettere nero su bianco e regalare a te tramite le mie foto e i miei video. ù Ti auguro una buona permanenza qui e non avere più paura: inizia a viaggiare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *